DATA: 14.06.2017

I benefici dell’attività fisica in gravidanza

 CONDIVIDI:

Le donne in gravidanza fino a qualche anno fa si sentivano spesso dire “Adesso che aspetti un bambino devi stare tranquilla, riposati e non fare alcun sforzo!”, mentre oggi l’attività fisica in gravidanza è caldamente consigliata.

#ASCOLTALATUAPELLE: durante la gravidanza un'attività fisica moderata ha molteplici benefici per mamma e bimbo.

Click to Tweet

Cosa è cambiato?

Studi scientifici ed epidemiologici hanno evidenziato i molteplici benefici per la salute di mamma e bambino dell’attività fisica in gravidanza, quando moderata e comunque adattata alla situazione di ogni donna.

Attività fisica in gravidanza per il benessere della mamma e del suo bambino

La comunità scientifica internazionale da sempre sostiene l’importanza per la salute di un’alimentazione sana ed equilibrata associata all’attività fisica.

Sane abitudini di vita valide per tutte le fasce d’età e che si sono dimostrate utili anche per la donna in gravidanza, non solo per il benessere della futura mamma, ma anche del bambino.

Si raccomanda nello specifico di iniziare un programma di attività fisica già in fase preconcezionale per tutte le donne che non presentano particolari controindicazioni e soprattutto per le donne in sovrappeso o con comprovato rischio di sviluppare diabete gestazionale.

L’attività fisica in gravidanza deve essere consigliata come componente essenziale di uno stile di vita sano in quanto di per sé non aumenta il rischio di complicanze materne e fetali.

Si possono scegliere infatti adeguati esercizi fisici, sia aerobici che di forza, ma bisogna considerare sia le abitudini sportive che lo stato di salute fisico della donna.

Con adeguato esercizio fisico si intendono anche le attività in cui sia ridotto al minimo il rischio di cadute o traumi per il feto.

Nella scelta delle attività fisiche più adatte in gravidanza il Ginecologo rappresenta il punto di riferimento più indicato a cui rivolgersi al fine di poter scegliere in sicurezza lo sport o gli esercizi fisici più indicati per ogni donna ed essere realmente consapevoli di eventuali controindicazioni.

Il Ginecologo inoltre potrà fornire ulteriori indicazioni utili per seguire al meglio il proprio programma di attività fisica in gravidanza e anche informare sui segni e sintomi che evidenziano la necessità di interromperla.

I principali benefici dell’attività fisica per la mamma

L’attività fisica in gravidanza è stata associata ad una diminuzione del rischio per la donna di sviluppare diverse problematiche e incorrere in alcune complicanze. In particolare lo sport e l’attività fisica riducono problemi collaterali più o meno gravi come:

  • Eccessivo aumento di peso, ricordiamo che generalmente una donna sana e in base alla costituzione di partenza dovrebbe aumentare tra i 9 e i 15 kg in gravidanza;
  • Dolori lombari e crampi;
  • Stitichezza e incontinenza urinaria;
  • Diabete gestazionale, un disordine nel metabolismo del glucosio e nella sensibilità all’insulina abbastanza frequente in gravidanza;
  • Preeclampsia o gestosi, una complicanza della gravidanza caratterizzata da ipertensione, edema o accumuli di liquidi in alcune zone del corpo e proteinuria o presenza di proteine nelle urine;
  • Parto pre-termine;
  • Parto cesareo non programmato;
  • Episiotomia;
  • Edemi, vene varicose e complicanze venose più importanti come la trombosi venosa profonda.

Lo sport in gravidanza accende il buon umore e il benessere generale

La donna in gravidanza che pratica regolarmente un’attività fisica, inoltre, percepisce un senso di benessere generale in quanto si è evidenziato non solo una riduzione della sensazione di stanchezza e affaticamento, ma anche una minore sensibilità allo stress e predisposizione all’ansia e alla depressione.

L’esercizio fisico in gravidanza migliora in generale le prestazioni fisiche e favorisce un miglior adattamento muscolo-scheletrico, cardiovascolare e respiratorio.

Infine, le donne attive in gravidanza vanno incontro ad un travaglio tendenzialmente più breve e sono meno soggette a complicanze durante il parto.

I benefici dell’attività fisica per il nascituro

Anche per il feto l’attività fisica rappresenta un grande beneficio. In generale favorisce:

  • il miglioramento delle funzioni della placenta:
    • incremento del fluido amniotico,
    • aumento del flusso e del volume della placenta,
    • miglioramento della funzione vascolare fetale;
    • miglioramento della velocità di crescita placentare e del tessuto villoso.

  • un miglior sviluppo neuronale del feto;
  • la riduzione della percentuale di grasso corporeo fetale.

Quindi anche il nascituro gode degli effetti positivi dell’attività fisica svolta dalla futura mamma, benefici che favoriranno anche dopo la nascita la crescita di un bambino sano.

L’attività fisica in gravidanza è a tutti gli effetti un toccasana per la futura mamma e il suo bambino.

Quindi, in assenza di particolari problemi, le donne che aspettano il loro bambino non devono più farlo sedute, a risposo e con il minimo sforzo.

Dimenticate i detti popolari e muovetevi!

 CONDIVIDI:
clicca qui
prodotto novità

Un nuovo modo
di trattare
la pelle secca.

Ruota il device per visualizzare al meglio il sito