DATA: 24.01.2019

Brufoli in gravidanza: cosa fare?

 CONDIVIDI:

La gravidanza, a volte, è un periodo della vita molto felice che, però, sembrerebbe sfogarsi sulla pelle della futura mamma. Nel giro di poche settimane, infatti, ci si può trovare travolte da melasma, pelle secca, smagliature, gambe pesanti, pelle che tira e pancia che lievita.

Come se tutto questo non bastasse, ci si mettono anche i brufoli… Cosa?! Ebbene sì, parliamo proprio di brufoli in gravidanza che possono presentarsi o peggiorare su viso, schiena e in ogni dove.

La pelle in gravidanza, per alcune donne, sembra diventare più bella, luminosa e, addirittura, alcune impurezze come punti neri e brufoli magicamente spariscono. Per altre, invece, i brufoli arrivano e possono diventare un problema fastidioso anche per coloro che erano state graziate in pubertà.

Scopriamo, insieme, perché alcune donne si riempiono di brufoli, durante la dolce attesa, e come fare per prendersi cura della propria pelle in sicurezza, pensando alla propria bellezza e alla salute del piccolino.

Perché compaiono i brufoli in gravidanza?

Gli scombussolamenti ormonali della gravidanza sembrano essere uno dei fattori che favoriscono, in alcune donne, la formazione dei brufoli.

In generale, infatti, le donne in gravidanza possono notare come la pelle diventi più grassa e unta: tutta colpa dei picchi nei livelli di progesterone, tipici delle prime settimane di gravidanza.

Il progesterone favorisce una maggiore produzione di sebo e la pelle diventa, tendenzialmente, più grassa e, per alcune donne, addirittura acneica. Si parla, infatti, di acne gravidica, riferendosi proprio alla formazione di brufoli che possono lamentare alcune future mamme nei primi 2 mesi di dolce attesa.

Oltre agli ormoni, tali alterazioni sono favorite anche dall’ostruzione dei pori e dall’accumulo di batteri che possono favorire l’infiammazione e la formazione dei brufoli.

#ASCOLTALATUAPELLE: le donne con una storia di acne giovanile, sono maggiormente a rischio di acne gravidica.

Click to Tweet

Fortunatamente, dopo il parto e con il conseguente ritorno alla normalità dei livelli ormonali, anche i brufoli tendono a scomparire.

La difficoltà è, quindi, convivere con questo fastidioso inestetismo aspettando che scompaia da solo dopo il parto, facendo in modo che non peggiori e che non lasci segni sul viso o sul corpo.

Cosa NON fare con i brufoli in gravidanza

Iniziamo a parlare di quello che si deve evitare se aspetti un bambino e la tua pelle sembra volersi sfogare, tempestando di brufoli viso, schiena, petto o altre parti del corpo.

#1 Non prendere iniziative senza chiedere consiglio al tuo medico!

La maggior parte dei trattamenti medicinali orali o locali per i brufoli sono controindicati in gravidanza perché possono essere pericolosi per il bambino.

Chiedi al tuo Medico se ci sono cure per i brufoli compatibili con il tuo stato e, soprattutto, valuta con lui se la tua pelle ha veramente bisogno di essere curata con un medicinale.

Allo stesso modo, chiedi quali cosmetici o parafarmaci per uso esterno puoi utilizzare: alcuni ingredienti presenti in pomate, creme o unguenti per i brufoli sono da evitare in gravidanza e il medico potrà indicarti con sicurezza quali.

#2 Evita di lavare troppo spesso il viso con saponi sgrassanti

Lavare troppo spesso la pelle con saponi sgrassanti può favorirne l’untuosità. In pratica, se la pelle viene sgrassata troppo reagisce producendo ancora più sebo perché ne ha fisiologicamente bisogno!

Insomma, uno sgradevole effetto di rimbalzo che potrebbe peggiorare la situazione. I saponi sgrassanti diventano, quindi, troppo aggressivi e si consiglia di evitarli.

#3 Evita cosmetici irritanti, che possono favorire la comparsa di brufoli

Evitare alcuni prodotti, come scrub viso, astringenti e maschere, perché tendono a irritare la pelle. Anche il lavaggio e lo strofinamento eccessivi possono irritare la pelle.

#4 Non tormentare i brufoli!

Un monito che ritorna con forza dalla tua adolescenza: mamma, nonna e tutti ti intimavano di lasciare stare i brufoli sul viso o sulla pelle per il rischio di cicatrici.

Vale anche adesso che stai per diventare mamma. Si cresce e certi consigli dimenticati ritornano validissimi con i brufoli in gravidanza.

Prendersi cura dei brufoli si può anche in gravidanza

I brufoli in gravidanza sono un problema che si può tenere sotto controllo in modo sicuro seguendo questi consigli.

#1 Scegli un detergente delicato

La pulizia della pelle è importante in presenza di brufoli per ridurre la carica di batteri che favoriscono la loro formazione. Scegli, quindi, un detergente delicato da utilizzare almeno 2 volte al giorno.

#2 Scegli una crema sebo riequilibrante o idratante

Per la pelle del viso e del corpo, una crema idratante è un utile supporto per convivere in armonia con i brufoli.

Per il viso sono disponibili anche creme sebo riequilibranti utili per favorire la normale produzione di sebo. È importante, però, verificare se sono adatti alla donna in gravidanza.

#3 Lavati sempre le mani prima di toccarti il viso e non solo

Le mani sporche possono aumentare la presenza di batteri e favorire la formazione di brufoli. Inoltre, bisogna fare molta attenzione anche ai vestiti che strofinano la pelle.

Se i brufoli sono sulla schiena usa magliette di cotone ed evita colli alti di lana se sono sul viso.

In quest’ultimo caso, ti ricordiamo di curare ligiene dei capelli e di raccoglierli, proprio perché possono irritare la pelle e favorire la formazione di brufoli.

#4 Brufoli spariti? Sostieni la normale idratazione della tua pelle!

Una volta che i brufoli sono spariti devi aiutare la pelle a ritrovare la sua normale idratazione ed elasticità, prevenendo così la formazione di eventuali cicatrici da acne gravidica.

In questo caso, un olio ricco in vitamina E è lideale per ricostituire il normale film idrolipidico della superficie cutanea e nutrire la tua pelle.

Se addizionato con gli oli di camomilla, calendula, lavanda e rosmarino potrai, inoltre, godere di un mix ad azione emolliente, lenitiva, antinfiammatoria e rigenerante, utile per sostenere la tua pelle, nutrendola.

I brufoli, anche durante la gravidanza, non devono essere un dramma. Abbiamo visto, infatti, che si possono superare con serenità, sapendo cosa non fare e seguendo alcuni utili consigli per la mamma e sicuri per il suo piccolo!

 CONDIVIDI:
clicca qui
prodotto novità

Un nuovo modo
di trattare
la pelle secca.

Ruota il device per visualizzare al meglio il sito