DATA: 13.03.2017

Come eliminare le smagliature

 CONDIVIDI:

La miglior cura su come eliminare le smagliature è senza dubbio la prevenzione, cioè adottare comportamenti alimentari e stili di vita che possano mantenere la nostra pelle sempre idratata ed elastica.

Oltre ad una dieta equilibrata ed alla pratica regolare di attività fisica, è importante l’utilizzo di prodotti specifici per la cura della pelle che aiutino a migliorare l’elasticità del collagene e l’idratazione della cute, riducendo così la possibile comparsa di smagliature.

Le vitamine contenute nell’esclusiva formulazione di Bio-Oil hanno la funzione di stimolare la produzione di nuovo collagene, responsabile del rinnovamento cellulare e dell’aumento dell’elasticità.

Inoltre, la vitamina E è fondamentale per l’idratazione dell’epidermide, riducendo la sensazione di prurito della pelle, frequente nel primo stadio di formazione delle smagliature, e per il miglioramento della tonicità.

#ASCOLTALATUAPELLE: la vitamina E è fondamentale per l’idratazione della pelle; riduce la sensazione di prurito e aumenta la tonicità.

Click to Tweet

Tuttavia, se le smagliature si trovano già in uno stadio avanzato, si può intervenire con vari trattamenti estetici che sono più costosi e, a volte, anche dolorosi.

Parlare con un medico o un dermatologo può essere un valido aiuto per valutare quanto sono vecchie le smagliature e quale trattamento è più indicato per curarle in base al tipo di pelle, l’età ecc.

Come eliminare le smagliature con trattamenti estetici:

  • La microdermoabrasione è una tecnica molto nota per il trattamento di diversi problemi della pelle, tra cui le smagliature. Questa procedura serve a migliorare le irregolarità della cute e ridurre la profondità delle smagliature con effetti di rigenerazione, soprattutto su quelle più vecchie e ispessite. La microdermoabrasione si effettua con un apparecchio elettrico che applica piccoli cristalli sulla pelle, che lucidano la superficie della pelle e ne rimuovono le cellule più esterne. In questo modo lo strato superiore della cute viene delicatamente rimosso, stimolando la crescita di una nuova pelle elastica e le smagliature risultano così via via sempre più levigate. Da dieci a venti sedute di microdermoabrasione possono essere sufficienti per notare un significativo miglioramento delle smagliature.
  • L’uso del laser per migliorare l’aspetto delle smagliature, o in combinazione con altri trattamenti, può fornire un rimedio sicuro ed efficace per la riduzione sia di smagliature recenti, sia di quelle in fase avanzata. Molte terapie laser richiedono misure speciali per i tipi di pelle più scura, in quanto le alterazioni della pigmentazione sono una delle principali preoccupazioni. Ogni caso è unico e ogni paziente deve farsi consigliare su quale forma di trattamento laser è più indicata per il proprio tipo di pelle. Le terapie laser lavorano sulla pelle utilizzando le lunghezze d’onda della luce per stimolare la produzione di collagene, elastina o melanina che riempiano la smagliatura fino alla scomparsa. Queste terapie richiedono trattamenti multipli, con un conseguente costo significativo per il paziente.
  • Per le smagliature di recente formazione, le terapie con il laser a luce pulsata hanno dimostrato risultati efficaci. I vasi sanguigni dilatati, visibili nella fase iniziale della formazione di smagliature, permettono di colpire in modo preciso e risolutivo la zona interessata, senza ledere i tessuti circostanti. Questo tipo di laser, sfruttando particolari lunghezze d’onda, stimola la crescita di collagene ed elastina e migliora così l’aspetto delle smagliature.
  • La fototermolisi frazionale è una tecnica laser più recente che si è dimostrata efficace nel trattamento delle smagliature più vecchie. Utilizza micro-fasci di luce laser che colpiscono una frazione della cicatrice nel corso di diversi trattamenti, creando lesioni cutanee microscopiche, invisibili ad occhio nudo. Il corpo risponde a ogni trattamento con la produzione di nuovo collagene. Questo trattamento laser stimola l’attivazione delle cellule anche nella zona di pelle circostante per portare avanti il processo di guarigione. Gli studi effettuati sulla fototermolisi frazionale hanno dimostrato un aumento della sintesi di collagene ed elastina nel derma. Risultati promettenti possono essere raggiunti con tre o cinque sessioni di trattamenti.
 CONDIVIDI:
clicca qui
prodotto novità

Un nuovo modo
di trattare
la pelle secca.

Ruota il device per visualizzare al meglio il sito