DATA: 20.06.2018

5 consigli per la pelle in gravidanza d’estate

 CONDIVIDI:

L’estate sta arrivando con il sole da cui è bello farsi baciare, ma anche con il caldo che speriamo non ci faccia impazzire. L’estate per alcune donne quest’anno sarà più felice: stanno aspettando l’arrivo di un bambino! Il sole e il caldo però non saranno una gran bella compagnia, anche per la loro pelle.

Ma cosa succede alla pelle di una donna in gravidanza d’estate?

Generalmente, tende a essere più secca e può coprirsi di macchie scure tipiche di questo periodo della vita. Non preoccuparti però: abbiamo pensato di proporti 5 consigli utili per prendersi cura della pelle in gravidanza d’estate.

Come superare fresche e serene la gravidanza d’estate

L’estate per molte donne in gravidanza non è un periodo dell’anno facile da affrontare, soprattutto se corrisponde agli ultimi mesi di gestazione.

Per alcune donne l’inverno è stato particolarmente caloroso e i primi caldi che anticipano l’arrivo dell’estate tolgono già il fiato. L’aumento della temperatura corporea è normale in gravidanza e, anche se arrivasse la più torrida delle estati, il climatizzatore aiuta e anche vestirsi leggere e comode.

Al mare poi, cerca di evitare la spiaggia nelle ore più calde, prima delle 10 del mattino e dopo le 18 di sera, una bella passeggiata in riva al mare, magari baciata da una leggera brezza marina, aiuta anche chi soffre di gambe gonfie e pesanti.

#ASCOLTALATUAPELLE In #gravidanza cerca di evitare la #spiaggia nelle ore più calde, in particolare dalle 12 fino alle 16.

Click to Tweet

Il pancione purtroppo per alcune è proprio pesante da portare. Inoltre cerca di bere almeno 2 litri di acqua al giorno. Se non ti va: sforzati.

Parliamo di acqua e non bevande zuccherate o gassate: è il miglior aiuto per mantenere una buona idratazione.

La disidratazione è una condizione particolarmente a rischio per le donne in gravidanza d’estate, quando caldo e sole tendono a seccare la pelle e a far comparire macchie scure.

Le reazioni della pelle a sole e caldo e non solo

La pelle della donna in gravidanza è particolarmente sensibile, in particolare d’estate tende a essere più secca in alcuni punti e più reattiva a caldo e sole. Come se non bastasse, alcune donne lamentano un leggero prurito e vedono comparire delle macchie scure sul viso e su alcune zone del corpo.

Non preoccuparti, sono le normali reazioni della pelle delle donne che aspettano un bambino al sole, al caldo e anche al climatizzatore.

Dopo il parto tutto passa e, in ogni caso, se affronti l’estate preparata puoi prevenire o attenuare le reazioni della tua pelle.

Ma perché la pelle è così reattiva in gravidanza?

Si tratta principalmente dei tuoi ormoni un po’ in subbuglio e anche dei cambiamenti che accompagnano la crescita del bambino.

  • Le macchie scure che alcune osservano sul loro volto e su altre zone del corpo sono caratteristiche della gravidanza nella maggior parte delle donne. I cambiamenti ormonali in primis favoriscono accumuli di melanina in aree tipiche. Si chiama melasma o maschera gravidica, proprio perché il viso è uno dei punti più colpiti.

  • La pelle disidratata è la conseguenza naturale dell’aumento della temperatura corporea e del caldo che favoriscono una maggiore sudorazione. Allo stesso tempo però anche il condizionatore, la principale arma che hai contro il caldo, favorisce la secchezza della pelle. Questo perché diminuisce l’umidità dell’ambiente e quindi la sua percentuale dell’acqua, costringendo la cute a rilasciare lentamente acqua in superficie per riequilibrare l’umidità.

  • Maggiore rischio di smagliature perché, oltre agli ormoni e all’aumentato volume della pancia, si aggiunge anche la disidratazione della cute a favorirne la formazione.

  • Infine, la pelle che prude può rappresentare un ulteriore fastidio in gravidanza d’estate e non si tratta di zanzare. Generalmente, la pelle che tira favorisce anche una sensazione di prurito che con il caldo e il sole può accentuarsi. Non preoccuparti, è normale. Consulta comunque il tuo medico perché nell’ultimo trimestre il prurito può essere il sintomo di una situazione che richiede particolare cura e controllo. Ricordati sempre che il tuo ginecologo è il tuo miglior consigliere per tutto.

Adesso che conosci i vari problemi della pelle in gravidanza d’estate passiamo ad alcuni consigli che ti possono aiutare a prevenirli o attenuarli

Pelle in gravidanza d’estate? 5 consigli per mitigare la sua sensibilità

Abbiamo visto che la pelle è più secca, può prudere e tende a coprirsi di macchie scure in gravidanza d’estate. Puoi trovare questi consigli utili per prevenire o mitigare tali problematiche.

1. Armati subito di una crema viso a protezione totale

Il melasma è causato principalmente dalle alterazioni ormonali tipiche della gravidanza, ma è favorito dallesposizione al sole.

Le macchie scure sono dovute a una concentrazione elevata di melanina in alcuni zone della cute e il sole favorisce l’abbronzatura proprio attivando la melanina.

Una crema viso a protezione totale è quindi essenziale per evitare o diminuire lo sviluppo della maschera gravidica.

2. In spiaggia ogni protezione è da valutare

Se passi le vacanze al mare, per evitare le macchie scure sul corpo oltre alla crema solare a protezione totale, ti consigliamo ancora una volta di andare in spiaggia nelle ore dove il sole è meno forte e, se puoi, di coprirti con qualcosa di fresco, magari una casacca di lino.

Purtroppo, anche sotto l’ombrellone arrivano i raggi del sole che favoriscono il melasma.

3. Acqua, frutta e verdura sono alleati per mantenere anche la tua pelle idratata

Bevi tanta acqua e mangia frutta e verdura per limitare la disidratazione anche della pelle. Inoltre cerca di impostare il climatizzatore in modo tale da non ridurre troppo lumidità dellaria.

4. Un film idrolipidico ben nutrito preserva l’idratazione cutanea

Se la pelle tende a essere secca, utilizza una crema idratante A/O, o un olio, sia per il viso che per il corpo, per mantenere funzionale il film idrolipidico che ricopre la cute limitando la sua disidratazione. L’olio è l’alleato migliore.

Non solo nutre il film idrolipidico ma è anche una fonte di vitamina E che può limitare la formazione di macchie scure.

Lolio poi è anche un buon aiuto per rendere la pelle più elastica e resistente alle smagliature.

#ASCOLTALATUAPELLE L'olio aiuta a rendere la pelle più elastica e resistente alle #smagliature

Click to Tweet

5. La camomilla calma il prurito, la calendula calma il rossore e la lavanda rinfresca

Nel cosmetico che scegli per la tua pelle in gravidanza d’estate la presenza di olio di camomilla mitiga il prurito, quello di calendula il rossore anche dovuto al sole e quello di lavanda sostiene contro il caldo grazie al suo effetto rinfrescante.

Conclusioni

Questi 5 consigli sono un sostegno per affrontare la gravidanza d’estate con una pelle più luminosa e meno sensibile. Adesso non ti resta che metterli in pratica e goderti questo fantastico momento della tua vita.

 CONDIVIDI:
clicca qui
prodotto novità

Un nuovo modo
di trattare
la pelle secca.

Ruota il device per visualizzare al meglio il sito