DATA: 04.11.2017

Lavanda officinalis L.: composizione, proprietà e utilizzo

 CONDIVIDI:

La Lavanda è da secoli una delle piante officinali più utilizzate in profumeria per creare essenze fresche e dal tipico odore. In particolare la Lavanda è impiegata in varie formulazioni cosmetiche, dai detergenti alle creme, ma anche nei detersivi per la biancheria o in diversi tipi di detergente per la cura della casa.

Si tratta di un profumo dalla lunga tradizione ma anche di una pianta caratterizzata da proprietà curative e cosmetiche molto importanti. Conosciamole insieme.

Il profumo dei fiori di Lavanda nella storia

La Lavanda o Lavandula angustifolia Miller è una pianta ampiamente diffusa in zone aride e sassose nell’area mediterranea. Per il suo ampio utilizzo in profumeria viene anche coltivata ed i campi di Lavanda nella zona mediterranea del sud della Francia creano un paesaggio caratteristico che attira molti turisti. Il nome della pianta deriva dal latino “lavare”, in quanto gli antichi Romani utilizzavano la Lavanda nell’acqua del bagno. Le tradizioni popolari legate a questa pianta sono molteplici: ad esempio le giovani nubili usavano portare con sé un sacchetto di Lavanda per attirare l’uomo giusto, mentre le spose appoggiavano dei rami della pianta sotto il letto come auspicio per un matrimonio felice.

La Lavanda è utilizzata in vari ambiti da millenni. Oltre all’utilizzo in profumeria e cosmesi, Paracelso consigliava l’utilizzo di un particolare distillato acquoso contenente olio essenziale di Lavanda come “Nervinum”. Nella medicina tradizionale lo si consigliava anche contro il mal di denti e il mal di testa. Da non dimenticare i sacchetti di Lavanda per profumare la biancheria, ma anche per tenere lontani le termiti e le zanzare.

La Lavanda rinfresca e profuma, lenisce e sfiamma

L’estratto di Lavanda è costituito dai fiori e dall’olio essenziale. L’olio essenziale si ottiene per distillazione e consiste in un liquido incolore o giallo pallido-verdastro, dall’odore caratteristico e il sapore amaro. Gli studi scientifici hanno evidenziato che la Lavanda è un utile coadiuvante per favorire il rilassamento (sonno in caso di stress) e il normale tono dell’umore. Inoltre sostiene la funzione digestiva e la regolare motilità gastrointestinale ed eliminazione dei gas. Si consiglia anche l’utilizzo dell’olio essenziale di Lavanda, per via inalatoria, negli adulti: bastano alcune gocce nell’acqua del bagno.

#ASCOLTALATUAPELLE: la lavanda è un utile coadiuvante per favorire il rilassamento e migliorare il tono dell’umore.

Click to Tweet

La Lavanda è utilizzata in profumeria e allo stesso modo in cosmesi per profumare saponi, bagnoschiuma, creme, oli e una vasta gramma di prodotti, principalmente per le sue proprietà dermorinfrescanti, lenitive e antisettiche. L’estratto della pianta contiene tannini, flavonoidi, sostanze amare, derivati dell’acido caffeico e l’olio essenziale. Tra i costituenti di quest’ultimo la canfora dona il caratteristico profumo simile al Rosmarino. L’olio essenziale è stato molto studiato e ha evidenziato proprietà antisettiche. Ai fiori sembra essere invece dovuta la blanda azione sedativa.

La Lavanda per profumare e proteggere la pelle

I fiori di Lavanda e l’olio essenziale sono ampiamente utilizzati in cosmetologia non solo per donare un piacevole profumo alle varie formulazioni ma anche per le proprietà dermorinfrescanti della pianta. Il profumo di Lavanda ha infatti una caratteristica e piacevole nota aromatica ma è anche un utile condizionante per sostenere la naturale bellezza della pelle. Inoltre, l’olio essenziale di Lavanda è indicato sia come antisettico naturale che come calmante e lenitivo in formulazioni ideate per sostenere la fisiologica struttura della pelle. Ad esempio è ampiamente utilizzato in creme e lozioni per pelli acneiche.

Inoltre un bagno con poche gocce di olio essenziale di Lavanda rilassa e rinfresca, così come sono consigliate formulazioni contenenti l’estratto della pianta in forma di creme o oli da spalmare sulla pelle irritata per trovare un po’ di sollievo.

Oggi la Lavanda continua a “lavare”, profumare, rinfrescare, lenire e calmare la nostra pelle così come ai tempi degli antichi Romani. Abbiamo conosciuto la storia di questa pianta che nei secoli è stata realmente trasformata in un prezioso ingrediente preso dalla tradizione popolare per essere adattato a diversi ambiti, dalla medicina alla cosmesi e alla pulizia della casa. Una pianta che fa risplendere la tua pelle di una naturale vitalità!

 CONDIVIDI:
clicca qui
prodotto novità

Un nuovo modo
di trattare
la pelle secca.

Ruota il device per visualizzare al meglio il sito