DATA: 12.04.2017

Nutrire la pelle in gravidanza

 CONDIVIDI:
3 consigli per mantenere la pelle sana ed elastica

Durante la gravidanza anche la pelle ha bisogno di essere nutrita per affrontare i cambiamenti che il corpo della donna deve affrontare e mantenere comunque la sua naturale elasticità, struttura e funzionalità. Nutrire la pelle in gravidanza significa quindi assicurarle il fabbisogno di nutrienti necessari per rimanere sana e prevenire anche le temute smagliature. Come fare?

#1: Mangiare sano è la prima regola per nutrire la pelle in gravidanza

Nutrire la pelle in gravidanza significa principalmente seguire un’alimentazione sana, varia ed equilibrata, ricca di frutta e verdura. Mangiare bene infatti assicura alla pelle della donna in gravidanza il fabbisogno di proteine, vitamine, minerali e antiossidanti di sostegno alla sua naturale elasticità, struttura e funzionalità.

Le proteine sono ricche di aminoacidi necessari al nostro organismo per sintetizzare l’elastina e il collagene, ovvero i principali costituenti del tessuto connettivo della cute. L’elastina e il collagene determinano le normali caratteristiche strutturali e funzionali della pelle, ovvero elasticità, idratazione e resistenza meccanica.

Le vitamine, i minerali e gli antiossidanti favoriscono invece la naturale protezione della pelle dallo stress ossidativo e allo stesso tempo intervengono nelle reazioni di sintesi del collagene e dell’elastina mantenendo la pelle in salute.

Una sana alimentazione in gravidanza inoltre aiuta non solo a nutrire la pelle ma anche ad evitare aumenti eccessivi di peso che favoriscono la comparsa delle temute smagliature.

Infine bere almeno 2 litri di acqua al giorno aiuta a mantenere la naturale idratazione della pelle, fornendole anche oligoelementi o minerali utili per la sua salute.

#2: Abbinare con equilibrio cibi naturalmente ricchi di nutrienti per la pelle

La scelta dei cibi è fondamentale per nutrire la pelle anche in gravidanza. In particolare, un sano ed equilibrato abbinamento di cibi di qualità garantisce il fabbisogno di vitamine, minerali e antiossidanti essenziali anche per la salute della pelle. Ma quali sono i nutrienti utili alla pelle e in quali cibi si trovano?

Le vitamine C ed E e i minerali Selenio e Zinco sono ampiamente noti sia per le loro proprietà antiossidanti protettive, anche sulla pelle, che per la loro partecipazione alla fisiologica sintesi del collagene. Nello specifico sostengono la normale funzionalità della pelle e contribuiscono alla sua fisiologica capacità di rigenerarsi e di resistere agli stress meccanici.

#ASCOLTALATUAPELLE: Bere almeno 2 litri di acqua al giorno aiuta a mantenere la naturale idratazione.

Click to Tweet

La vitamina C poi contribuisce alla sintesi di elastina. La vitamina C è contenuta principalmente in frutta e verdura, ad esempio in agrumi, kiwi, peperoni, pomodori e ortaggi a foglia verde, mentre alimenti naturalmente ricchi di vitamina E sono ad esempio i semi e gli oli vegetali, come l’olio extravergine di oliva, così come alcuni cereali, l’avocado, le uova.

Il Selenio e lo Zinco si trovano generalmente in derivati di origine animale come pesce, carne e prodotti lattiero caseari, ma anche nei cereali. Inoltre le vitamine B2 (lievito di birra, legumi secchi, fegato, rene, cuore, vegetali a foglia verde, germogli, legumi, uova) e B3 (legumi, crusca di grano, nel lievito, nelle carni e nel pesce) sono note per la loro funzione protettiva sulla pelle, in particolare favoriscono il mantenimento della sua normale struttura.

#3: Nutrire la pelle massaggiando un prodotto nutriente è il terzo segreto

Per nutrire la pelle della donna in gravidanza è importante anche l’applicazione locale di cosmetici nutrienti, in particolare gli olii a base di vitamina E. L’olio diventa infatti un veicolo di questa importante vitamina ad azione elasticizzante. Nello specifico poi il massaggio di olii a base di vitamina E protegge le aree del corpo più soggette alla comparsa delle smagliature, ovvero pancia, seno e glutei.

In particolare gli studi hanno evidenziato che non solo si previene la formazione di nuove smagliature ma si attenuano anche quelle esistenti. È stato infatti evidenziato che la vitamina E applicata localmente protegge la pelle favorendo la protezione dallo stress ossidativo e la naturale riparazione dei danni tissutali.

Le Vitamine C ed E e i minerali Selenio e Zinco sostengono la normale funzionalità della pelle e contribuiscono alla sua fisiologica capacità di rigenerarsi e di resistere agli stress meccanici.

Inoltre la vitamina E è in grado di creare una barriera che inibisce le perdite dell’acqua fisiologicamente presente sulla cute, favorendo così la normale idratazione, la sua naturale elasticità e resistenza meccanica della pelle. Per ottenere l’effetto benefico si consiglia di applicare olii a base di vitamina E almeno due volte al giorno, massaggiandoli sulle aree più sensibili per favorirne l’assorbimento.

In definitiva si può nutrire la pelle in gravidanza fornendole “dall’interno all’esterno” i nutrienti di cui ha bisogno per rimanere naturalmente elastica, idratata e resistente agli stress meccanici. Nutrire la pelle rappresenta per la donna in gravidanza un modo naturale e sicuro anche per prevenire la comparsa delle smagliature.

 CONDIVIDI:
clicca qui
prodotto novità

Un nuovo modo
di trattare
la pelle secca.

Ruota il device per visualizzare al meglio il sito