Bio-Oil Italia

Questo sito utilizza tecnologie più recenti per garantirti un'esperienza di utilizzo semplice e funzionale.
Per visualizzarlo scarica e installa un browser più recente, per esempio
Google Chrome, Mozilla Firefox o Microsoft Edge

DATA: 10.12.2018

Cosa sono gli umettanti?

 CONDIVIDI:

Gli umettanti sono ingredienti cosmetici utilizzati per favorire unidratazione attiva. Si distinguono per la capacità di legare e attirare l’acqua dall’ambiente e di trattenerla sulla superficie cutanea.

Nello specifico, gli umettanti hanno la funzione di mimare lattività del Fattore Naturale di Idratazione (NMF) della pelle, un componente del film idroacidolipidico o mantello acido lipidico (MAI), che ricopre la superficie di tutto il corpo, la cui carenza è spesso associata a problemi di pelle secca o xerosi cutanea.

Non a caso, nella scelta degli umettanti da inserire in una formulazione cosmetica, spesso, si scelgono quelli che permettono di mimare la composizione dell’NMF, in particolare urea, PCA (Acido pirrolidon-carbossilico) o acido lattico.

Conosciamo meglio gli umettanti, le loro funzioni e le associazioni con altri ingredienti cosmetici per ottenere prodotti che prevengono la xerosi cutanea e aiutano a mantenere la normale composizione del sebo e la fisiologica idratazione, limitando la secchezza della pelle.

Idratazione attiva per la pelle secca

Gli umettanti, come hai appena letto, sono inseriti nelle formulazioni cosmetiche per la pelle secca o xerosi cutanea in virtù della loro funzione idratante attiva.

In pratica, gli umettanti sono in grado di fissare acqua sulla superficie cutanea. Oltre ad avere la capacità di richiamare acqua dalle zone più profonde dell’epidermide e del derma, ma anche dall’ambiente circostante.

In tal modo, la pelle rimane idratata non solo a livello superficiale, ma anche profondo perché gli umettanti sono in grado di mantenere in equilibrio gli scambi dacqua tra cute e ambiente sulla superficie cutanea.

Si tratta di un’attività che mima il fisiologico meccanismo che mantiene bilanciate le perdite e l’assorbimento di acqua cutanea in continuo scambio con l’ambiente esterno.

Tale attività, normalmente, è svolta dall’NMF, il Fattore Naturale di Idratazione della pelle contenuto nel mantello lipidico (MAI) che riveste la superficie del nostro corpo proteggendolo, donando alla pelle resistenza, morbidezza e luminosità e regolando la sua naturale idratazione.

#ASCOLTALATUAPELLE: cosa sono gli #umettanti? E perché vengono utilizzati in #cosmesi?

Click to Tweet

In tal senso, possiamo affermare che lNMF è il fisiologico umettante della pelle, così come il film idrolipidico rappresenta una naturale crema emolliente, idratante e protettiva prodotta dalla nostra cute.

In particolare, l’NMF e il MAI regolano le perdite fisiologiche di acqua derivanti dalla regolazione della temperatura corporea e dall’umidità dell’ambiente, ovvero le perdite di acqua insensibili o Trans Epidermal Water Loss (TEWL), mantenendo in equilibrio l’idratazione trans-cutanea, ovvero nei vari strati dell’epidermide.

Utilizzo degli umettanti nei cosmetici

Gli umettanti sono un gruppo di molecole caratterizzate dalla capacità di trattenere lacqua sulla pelle, modulare i suoi scambi con l’ambiente ed evitarne un’eccessiva evaporazione.

Gli umettanti, non solo mimano lattività dellNMF, ma anche la sua composizione. L’NMF è costituito da una miscela di aminoacidi, urea, PCA (Acido pirrolidon-carbossilico), composti zuccherini, acido lattico e sali minerali.

I principali umettanti utilizzati in cosmesi sono composti che costituiscono l’NMF, come urea, sodio PCA e acido lattico, oppure molecole che mimano altri componenti, con la capacità di trattenere l’acqua come la glicerina, il gorbitolo e l’acido propilenico.

Urea, Sodio PCA e acido lattico sono molto affini alla pelle, essendo costituenti fisiologici dell’NMF.

L’urea ha il vantaggio di essere caratterizzata da proprietà cheratoplastiche (modula la struttura e plasticità dello Strato Corneo) e cheratolitiche (favorisce la fisiologica eliminazione delle cellule morte superficiali).

In pratica, favorisce il normale scambio cellulare a livello di superficie della pelle supportando non solo un’idratazione attiva della cute, ma anche la sua integrità.

Naturalmente, gli umettanti da soli non bastano per prevenire la secchezza cutanea o favorire il fisiologico riequilibrio delle strutture che mantengono la naturale idratazione della pelle.

Nella formulazione di un cosmetico per la secchezza cutanea, gli umettanti vanno miscelati o emulsionati con altri componenti emollienti in forma di oli o lipidi al fine di mimare la composizione del fisiologico film acido idrolipidico o MAI, il mantello acido lipidico.

Il MAI, infatti, è costituito per il 95% da sebo (una miscela di lipidi), NMF e sudore.

Un prodotto ideale per la pelle secca, quindi, dovrebbe essere costituito da:

  • abbondante fase lipidica: per la sua azione emolliente e di barriera. In generale, si tratta di sostanze emollienti ad azione filmogena che sono in grado di trattenere l’acqua ed evitarne l’evaporazione. Tra queste possiamo trovare oli, come quello di jojoba e di ricino, ceramidi, oppure burri. In particolare, il burro di karité è uno degli ingredienti più apprezzati
  • umettanti: per fissare l’acqua fornendo idratazione
  • fase acquosa: il minimo per poter ottenere un’emulsione stabile, un prodotto facilmente applicabile e dalla texture piacevole

Vediamo, quindi, cosa si può ottenere emulsionando fase lipidica (O) e acquosa (A) con gli umettanti, al fine di ottenere un prodotto ideale per la pelle secca.

Umettanti nelle formulazioni per pelle secca

Creme A/O (acqua in olio), Creme O/A (olio in acqua) e gel sono emulsioni utilizzate per prendersi cura della pelle secca, ottenute miscelando percentuali diverse di fase acquosa e oleosa, con gli attivi in esse contenuti, in proporzioni tali da ottenere un cosmetico piacevole da applicare.

Gli umettanti sono presenti in percentuali che generalmente vanno dal 2 al 5%.

Le creme A/O sono tra le più utilizzate, assieme agli oli, per la xerosi cutanea: idratano la pelle con effetto filmogeno dal momento che la fase esterna è oleosa.

Molte persone, però, preferiscono emulsioni più leggere O/A. Nella formulazioni O/A per la pelle secca in generale si tende a ridurre il più possibile la fase acquosa esterna dato che lacqua favorisce la scorrevolezza e una texture leggera, ma non è funzionale.

In cosmetologia si devono fare comunque i conti con le leggi della natura e il massimo che si poteva ottenere fino a poco tempo fa era il 74% di fase interna oleosa e il 26% di fase esterna acquosa.

Oggi, però, sono disponibili anche innovative emulsioni O/A come Bio-Oil® Gel Pelle Secca, con un’abbondante fase interna oleosa e dall’aspetto e dalla consistenza leggera e fondente sulla pelle.

In cosmesi, si identifica come un prodotto innovativo, intermedio tra la normale crema O/A e i più classici gel: il primo gel oleoso.

Questo nuovo tipo di emulsione gelificata è stata ottenuta con un innovativo processo che ha permesso di cambiare la forma delle gocce di olio da rotonde a esagonali con l’aiuto di un emulsionante.

In tal modo, si è riusciti a ottenere una maggiore percentuale di fase interna oleosa, fino all85%. Si è così arrivati alla creazione di un cosmetico che mima al meglio il film idrolipidico o MAI, favorendo un’idratazione passiva, grazie all’effetto filmogeno della componente lipidica, e attiva, grazie alla presenza di umettanti.

Gli umettanti sono ingredienti cosmetici che mimano l’azione dell’NMF: fissano l’acqua con un’azione di idratazione attiva.

Se si riesce ad aggiungere una buona percentuale di tali composti ad un’emulsione con abbondante fase oleosa interna e una percentuale di fase acquosa il più bassa possibile, si ottiene un prodotto che mima al meglio composizione e funzione del MAI.

È possibile? Sì! Oggi, puoi contare sul nostro nuovo Gel oleoso super concentrato per favorire il ri-equilibrio e/o prevenire la pelle secca o xerosi cutanea!

 CONDIVIDI:
clicca qui
prodotto novità

Un nuovo modo
di trattare
la pelle secca.

Ruota il device per visualizzare al meglio il sito